Appena concluso a Ginevra il Meeting mondiale sulla prevenzione dei disturbi uditivi

155
0
Share:

La difesa dell’udito è ormai una questione di interesse mondiale che richiede un intervento sinergico e multidisciplinare. E su questo argomento l’OMS ha acceso i riflettori. Si è appena svolto a Ginevra il 3 e 4 luglio scorsi, il Meeting mondiale degli esperti sulla prevenzione dei disturbi uditivi. Una riunione importante che si è conclusa con la richiesta ai governi mondiali di impegnarsi per prevenire questo tipo di patologia. Nel corso della due giorni si sono svolti tavoli esecutivi di lavoro per produrre linee guida comuni.

 

In un’occasione così prestigiosa è stata invitata anche l’Italia, rappresentata dall’Associazione “Nonno Ascoltami!”. A partecipare ai lavori il fondatore dell’Associazione, Mauro Menzietti, che è anche vicepresidente Anap e direttore della rivista L’Audioprotesista: «Un onore per me rappresentare l’Italia in un contesto che accoglie esperti da tutto il mondo. Ho cercato di rappresentare al meglio le istanze del comparto che rappresento e torniamo a casa con un risultato decisivo: dare il via a un’azione globale contro la perdita uditiva nel mondo, usando azioni sinergiche e condivise da tutti i Paesi».

 

Tra gli obiettivi principali del meeting di Ginevra, infatti, quello di redigere, entro il 2019, il Report Mondiale sull’udito, un documento condiviso a livello globale da tutti i principali attori del settore uditivo. Alla stesura del “World Hearing Report”, questo il nome ufficiale del documento, parteciperanno le principali nazioni, dagli Stati Uniti alla Cina, dall’Australia all’Egitto, dal Brasile alla Russia.

Il testo, che si occuperà del problema uditivo a tutto campo, dalla diagnosi alle cure, dalle problematiche della prevenzione, ai numeri dell’ipoacusia, diventerà il punto di riferimento a livello mondiale per il trattamento dei disturbi uditivi e sarà adottato da tutti i Paesi per valutare le tematiche più appropriate in tema di udito.

 

Global Action Alliance

Nel corso del meeting, inoltre, sono state gettate le basi per la nascita della “Global Action Alliance for deafness and hearing care”: a tutte le associazioni e istituzioni presenti a Ginevra, è stato chiesto di entrare a far parte di questo organismo che si occuperà di prevenzione e tutela dell’udito.

Della Hearing Alliance faranno parte, insieme a “Nonno Ascoltami!”, la IFOS (International Federation of Otorhinolaryngological Societies); l’AEA, (Associazione Europea Audioprotesisti professionali); Starkey Hearing Foundation, la Hear The World e l’American Speech and Hearing Association oltre alle principali Università e agli Ospedali che rappresentano punti di riferimento per l’udito al livello mondiale.

Share:

Leave a reply