Arriva in Italia RONDO2 di MED-EL: il primo processore per impianto cocleare con ricarica wireless

195
0
Share:

MED-EL, leader mondiale nel campo degli impianti per l’udito, lancia oggi in Italia RONDO 2, il primo processore per impianto cocleare, con ricarica wireless.

Grazie ad un design innovativo e al sistema di ricarica wireless RONDO 2 di MED-EL garantisce ai pazienti 18 ore di autonomia in sole 4 ore di ricarica, liberandoli da ogni preoccupazione durante la giornata. Inoltre, queste caratteristiche offrono una maggior semplicità di utilizzo ed un minor impatto ambientale, riducendo i costi per i pazienti e per l’ambiente.

“Oggi siamo abituati a ricaricare i nostri smartphone velocemente, durante la notte. Abbiamo voluto creare un processore con queste stesse caratteristiche, per rispondere alle esigenze dei nostri pazienti.” ha dichiarato Sergio Panizza, Direttore MED-EL Italia. “Come sempre sono i nostri pazienti e le loro necessità a guidare lo sviluppo dei nuovi processori e, come leader del settore, siamo orgogliosi di essere ancora una volta pionieri, introducendo questa tecnologia.”

RONDO 2 consiste nella parte esterna del sistema dell’impianto cocleare Synchrony di MED-EL, che si applica alla nuca tramite un supporto magnetico e funziona come un processore audio, rilevando e trasmettendo il suono alla parte interna dell’impianto. RONDO 2 racchiude, in un unico dispositivo, la bobina del trasmettitore, un’unità di controllo e una batteria ricaricabile, e può essere comodamente indossato anche con gli occhiali e nascosto facilmente sotto i capelli.

La testimonianza di un paziente

Daniele Pisano, 27 anni, di Milano, è tra i primi pazienti in Italia ad aver testato questo rivoluzionario impianto. “La caratteristica che più mi ha colpito di RONDO 2 è il suo design, sottilissimo ed estremamente leggero. La superficie di appoggio sul cranio è più ampia e, insieme alla sua leggerezza, contribuisce ad una maggiore stabilità del processore, riducendo il rischio di caduta durante le attività quotidiane.”

Daniele, è nato affetto da ipoacusia bilaterale neurosensoriale a causa di un’anomalia genetica che gli ha provocato un lento peggioramento dell’udito. Non ha mai imparato la lingua dei segni e non ha mai indossato protesi acustiche. Nel marzo 2017 Daniele decide di fare il primo intervento per l’impianto cocleare e ad ottobre 2018 inserisce il processore RONDO 2 a supporto dell’impianto. Da allora la sua vita è cambiata: “Prima ero totalmente dipendente dal labiale delle persone. Grazie all’impianto cocleare ho ricominciato a parlare al telefono e ho migliorato i miei rapporti sociali. Ma la vera rivoluzione l’ho vissuta durante un viaggio in macchina. Stavo guidando, la musica accesa e quando mi sono voltato verso il finestrino per pagare il pedaggio autostradale, il volume della musica si è abbassato automaticamente. Potevo sentire la voce elettronica del casello chiara e nitida. Mi sono voltato di nuovo verso lo stereo della mia auto e il volume è di nuovo tornato al livello originario.”

Questo perché oltre all’innovativo sistema di ricarica wireless e di un semplice tasto di accensione, RONDO 2 gestisce automaticamente il controllo del volume, abbassando determinati suoni così da favorire l’ascolto di altri, dando al paziente la sensazione di un udito normale.

 

Share:

Leave a reply