World Hearing Day 2021: le parole di Corrado Canovi (Associazione Europea Audioprotesisti)

Share:
Corrado Canovi, segretario AEA (Associazione Europea Audioprotesisti)
“È un grande momento di formazione e informazione per tutti. Tutte le volte che abbiamo la possibilità di incontrarci per affrontare l’argomento, ci troviamo d’accordo sugli elementi dell’appropriatezza delle cure e della tecnologia nel mondo dei disturbi uditivi. Il legislatore oggi deve affrontare il mondo dell’udito mettendo al centro il cittadino ipoacusico. Da qualche anno, invece, ci troviamo di fronte a una vera e propria crisi di sistema, perché abbandonato un percorso di soluzioni eccellenti che dava ampia soddisfazione agli utenti, si è iniziato a pensare che l’ipoacusia si potesse risolvere con un mezzo e non invece con un professionista sanitario, che intercetti i bisogni profondi del paziente ipoacusico. E sull’attenzione ai cittadini ipoacusici, l’Italia è ancora in ritardo. Bisogna infatti iniziare a riconoscere l’ipoacusia come un’invalidità civile. Siamo grati a iniziative come queste, che riuniscono una platea più ampia, per far sentire la nostra voce e per mettere i cittadini al centro di questo processo”.

Share:

Leave a reply