Protagonisti del cambiamento – CHANGEMAKER STORIES

207
0
Share:
Così come chiesto dal World Hearing Report, in questa nuova rubrica condivideremo le storie di chi ha avuto la forza e il coraggio di affrontare il disturbo uditivo e può testimoniare come la propria vita sia finalmente cambiata. Esempi positivi, per incoraggiare tutti ad uscire dal guscio di silenzio in cui si sentono imprigionati. Iniziamo con la storia di John Ross, 55 anni dall’Australia.
#ChangemakerStories #HearingCare

«Mi chiamo John Ross, ho 55 anni e vivo nel Queensland, in Australia. Soffro di ipoacusia neurosensoriale. Ho percorso la strada da solo. In silenzio. C’erano mia moglie, i miei figli, fratelli e nipoti. Ma non solo non potevo sentirli, loro non potevano sentire me. È una guerra silenziosa.

Ero un professionista dell’audio che lavorava nel settore della produzione musicale dal vivo e non potevo più lavorare. Mi sono state fornite molte informazioni sulla perdita dell’udito. Avevo a disposizione professionisti dell’udito di diversi Paesi, ma avevo ancora così tante domande. Le informazioni si confondevano e ruotavano intorno alla mia testa emettendo un sibilo più forte dell’acufene che mi aveva colpito.

Nel novembre 2020, dopo un ritardo di 9 mesi a causa del COVID-19, ho effettuato un impianto cocleare nell’orecchio destro. Da quel momento ho ricominciato a sentire gli indicatori della mia macchina, il rumore metallico della porta dell’ascensore, gli uccelli per la prima volta dopo decenni e le cicale: un gruppo davvero rumoroso!

La guerra era finita per me, ma non per tanti altri. Per essere più precisi 1 persona su 6 nel mondo si trova nella mia situazione. Margaret Mead ha detto: “Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini che decidono di impegnarsi possa cambiare il mondo. In effetti, è l’unica cosa che abbia mai avuto”. E così, questa è la mia guerra ora. Ho voluto documentare il mio viaggio attraverso una serie di video prima, durante e dopo l’operazione, dando ad altri, che si trovano a percorrere la stessa strada di silenzio, l’opportunità di avere sia le informazioni che il supporto che non riuscivo a trovare. Combatto con entusiasmo e dedizione. Siamo tutte persone con storie diverse e viaggi diversi. Il mio impegno è quello di riunire tutte queste storie attraverso il mio video blog, attraverso il mio lavoro di volontariato con i gruppi di supporto per l’udito e come mentore per chiunque ne abbia bisogno. Perché parlare con i destinatari di impianti cocleari è stata la parte più utile e di supporto del mio viaggio».

John è un Changemaker che sostiene l’appello del World Report on Hearing per la salute dell’udito per tutti. Aiuta a cambiare il mondo per le persone con problemi di udito condividendo la sua storia.

Share:

Leave a reply